Regolamento d’Istituto

REGOLAMENTO d’ISTITUTO

Elmaga school”

Il presente “regolamento d’istituto” viene redatto dall’Istituto “Elmaga School”, al fine di armonizzare lo svolgimento dell’attività lavorativa del personale, sia all’interno sia all’esterno dei locali.

Art. 1

Organigramma interno

L’impiego del personale, potrebbe subire variazioni a seguito di esigenze aziendali. Pur tuttavia, l’Amministrazione di codesto Istituto, nella riorganizzazione del proprio organico, terrà conto dell’area di qualifica stabilita dal contratto di lavoro imposto alle scuole private e laiche. Ciascuna qualifica di servizio, sarà opportunamente esplicitata nella copia del contratto di lavoro di ciascuno. Ai dipendenti si chiede di rispettare il ruolo loro assegnato e di svolgere con professionalità le mansioni richieste.

Art. 2

Svolgimento dell’attività lavorativa

Il lavoratore deve svolgere la propria prestazione rispettandone i criteri stabiliti. La violazione degli obblighi potrebbe comportare l’applicazione delle misure previste dal CCNL di categoria, in materia di provvedimenti disciplinari, nonché dalla TABELLA DELLE VIOLAZIONI DEL CODICE DI COMPORTAMENTO E DELLE RELATIVE SANZIONI DISCIPLINARI previste dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

Il lavoratore ha l’obbligo di utilizzare le attrezzature ed i beni aziendali avendone cura, nell’esclusivo interesse dell’assolvimento delle proprie attività lavorative.

Non è ammesso l’uso per scopi personali o per diletto.

Art. 3

Rispetto dell’orario di lavoro

Ciascun dipendente è tenuto a prestare le ore di servizio previste dal proprio contratto di lavoro. Saranno, altresì, contabilizzate come ore di servizio, le prestazioni intercalari, previste tra l’inizio e la fine dello svolgimento delle funzioni cui si è stati assegnati. Non si può anticipare la cessazione della prestazione lavorativa, allontanarsi dalla struttura durante l’orario di servizio o ritardare,  se non preventivamente comunicato all’Amministrazione almeno 3 giorni prima. Ciascuna richiesta dovrà essere opportunamente formalizzata, protocollata e sottoposta all’autorizzazione del Dirigente che in tal modo provvederà alla tempestiva sostituzione del soggetto richiedente. Ogni richiesta sarà autorizzata soltanto per giustificato motivo. Nel caso in cui non venga rispettato l’orario di lavoro assegnato, sarà operata la relativa trattenuta di importo equivalente ad ogni singola ora di assenza, in relazione alla successiva erogazione economica dovuta. In ogni caso, tali assenze, il cui onere della prova ricade sul lavoratore, devono essere giustificate, per iscritto, entro e non oltre le successive quarantotto ore. In caso contrario si prevede l’applicazione delle norme in materia disciplinare; quanto appena indicato, nello specifico all’ art. 2 di questo regolamento, deve essere rispettato da ogni singolo lavoratore. 

Art. 4

Rilevazione delle presenze e pause contrattuali

E’ obbligatorio firmare il foglio di presenza in entrata ed in uscita, quotidianamente. Le pause contrattuali consentono un riposo di 5 minuti ogni due ore di servizio. Il personale docente però, prima di allontanarsi, deve avere cura di chiedere l’intervento del personale ATA per evitare che la propria classe rimanga incustodita. E’ assolutamente fatto divieto a tutto il personale di potere fumare all’interno dei locali scolastici.

Art. 5

Assenze per malattia

Il lavoratore ha l’obbligo di comunicare all’Istituzione il proprio stato di malattia entro e non oltre le ore 9:00 della medesima giornata in cui l’evento si verifica e deve contestualmente provvedere a far pervenire entro quarantotto ore c/o la stessa, il necessario documento redatto dal medico curante ed inviato all’Inps di appartenenza.

Art. 6

Assenze per congedi parentali

In osservanza delle vigenti normative, sarà cura del lavoratore provvedere alla consegna immediata della documentazione giustificativa – ad esempio, certificato di morte del parente deceduto, certificato di malattia dei figli, etc. – al responsabile amministrativo.

Art. 7

Permessi retribuiti

Tali permessi, poiché intaccano la delicata attività lavorativa svolta da questa Istituzione, devono essere richiesti almeno tre giorni prima, al fine di consentire una adeguata e tempestiva rimodulazione delle attività  che resterebbero carenti, e saranno concessi esclusivamente per le motivazioni previste dal CCNL di categoria.

Art. 8

Ferie

I periodi di ferie riconosciuti ai lavoratori, potranno essere utilizzati in quota percentuale, pari al 50% dei giorni di congedo dovuti per esigenze dell’Istituto – ad esempio chiusura dei locali per brevi periodi derivante da necessità inderogabile-. Le ferie, utilizzabili esclusivamente secondo le esigenze del lavoratore, prolungate nel tempo, dovranno essere comunicate alla scuola almeno un mese prima della fruizione. Ovviamente, la richiesta di ferie afferente alla singola giornata lavorativa, necessita di richiesta effettuata almeno tre giorni prima della fruizione (cfr. art. 3).

 Art. 9

Uscite e straordinari

Eventuali uscite durante le ore di servizio, dovranno essere comunicate al responsabile della segreteria ed annotate sul registro delle presenze. Dovranno essere autorizzate, avendone cura di certificarne l’orario. L’effettuazione di ore di lavoro straordinario, sarà consentita soltanto se richiesta dall’Istituto. In caso di prestazione in plus orario non preventivamente autorizzata dall’Amministrazione, non sarà riconosciuta quale compenso economico aggiuntivo.

Art. 10

Divieti

Il personale non può trattenersi o rientrare nei locali dell’Istituto oltre il proprio orario di servizio se non per attività di lavoro straordinario ovvero per ragioni di servizio, previa autorizzazione dell’Amministrazione. Inoltre è severamente vietato l’utilizzo dei telefoni cellulari fatta eccezione per esigenze personali/familiari urgenti o per finalità funzionali alla didattica.

Art. 11

Retribuzione

Per motivi di contabilizzazione e rendicontazione delle spese sostenute periodicamente dall’Istituto nei confronti degli Enti pubblici preposti cui questa Amministrazione opera in convenzione, le spettanze economiche dovute al personale, di norma saranno erogate a seguito dell’accreditamento da parte degli organi eroganti. Ovviamente, qualora le entrate di natura gestionale privata consentano il pagamento degli emolumenti in tempi più brevi, sarà cura ed interesse dell’Istituzione, ristorare i lavoratori in tempi più consoni.

Art. 12

Attività didattica e amministrazione

Vengono separate le due attività. Sono istituiti due protocolli:  uno concernente le attività didattiche gestionali ed uno afferente le prerogative delle risorse umane. Il personale dovrà attenersi allo svolgimento delle mansioni inerenti le attività didattiche, ludiche ed ausiliarie previste dalle proprie mansioni.

Per quanto attiene l’attività amministrativa, viene nominato responsabile della segreteria il Dott. MINARDI  ALICE,  che avrà il compito della gestione del personale e curerà, in compresenza del Vicepresidente il Sig. Giovanni Enrico Contorno, i rapporti con gli Enti pubblici preposti.

Art. 13

Scansione attività didattica

Le attività didattiche si svolgeranno dal Lunedì al Venerdì. Il Sabato, sarà destinato alla pianificazione di attività laboratoriali/ludico ricreative, per la cui realizzazione sarà convocato personale specializzato ad hoc.

Art. 14

Periodo di lavoro

L’anno scolastico e pertanto le relative prestazioni di lavoro, comprende il periodo da settembre 2016 a giugno 2017.

Art. 15

Strumenti dell’azienda

In dotazione ai lavoratori sarà assegnato un pc comune, finalizzato all’inserimento delle risultanze delle attività svolte, dei programmi didattici abilitati e del processo scolastico periodico raggiunto. Un ulteriore pc, con utilizzo soltanto esclusivo dell’Administrator, sarà a disposizione della segreteria e fungerà da strumento gestionale complessivo. E’ fatto divieto assoluto ai non addetti ai lavori, l’utilizzo di detto pc.

Art. 16

Comunicazioni/notifiche

Le comunicazioni di servizio avverranno mediante affissione in bacheca e tale modalità implicherà la notifica dell’atto pubblicato. Ove necessario, sarà richiesto al personale docente e non docente di apporre la propria firma per presa visione. Pertanto, sarà cura di ogni dipendente fare lettura quotidianamente dell’esposizione degli atti.

Art. 17

Inosservanza delle norme

L’inosservanza delle norme, comporterà dei provvedimenti disciplinari previsti dal relativo CCNL vigente e dal Codice di comportamento del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca adottato ai sensi dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e secondo le linee guida del D.P.R. 16 aprile 2013, n. 62, i cui testi integrali, qualora richiesti saranno consegnati ad ogni dipendente richiedente;

Art. 18

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore a partire dall’anno scolastico 2015/2016;

Art. 19

Per quanto non previsto dal regolamento, farà fede la normativa vigente.

rrrrrrrrrrrrrrrrr